Davanti all’esplosione della drammatica guerra in Ucraina e alla preoccupazione di molte persone per l’aumento delle bollette, vi proponiamo le dieci proposte formulate da LEGAMBIENTE, WWF, GREENPEACE al Governo, per liberare il nostro Paese dalla dipendenza dal gas.

1) Aggiornare entro giugno 2022 il PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima) per ricavare il 100% di energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2035.

2) Fissare entro aprile 2022 un tetto ai profitti delle aziende che estraggono e trasportano gas fossile o petrolio.

3) Autorizzare nuovi impianti da fonti rinnovabili per 90 GW di nuova potenza installata, entro marzo 2023 e 180 GW entro il 2026.

4) Dare il via a un dibattito sugli impianti delle fonti rinnovabili al di sopra dei 10 MW di potenza installati entro giugno 2022.

5) Sviluppare la produzione di biometano da FORSU (Frazione organica del rifiuto solido urbano), scarti agricoli, fanghi di depurazione e reflui zootecnici, programmando parallelamente una riduzione dei capi allevati.

6) Escludere l’autorizzazione paesaggistica per il fotovoltaico integrato sui tetti degli edifici non vincolati dei centri storici entro aprile 2022.

7) Cancellare i bonus per la sostituzione delle caldaie a gas dagli incentivi per l’edilizia entro dicembre 2022.

8) Anticipare al 2023 l’eliminazione dell’uso delle caldaie a gas nei nuovi edifici.

9) Istituire entro giugno 2022 un fondo di garanzia per la costituzione delle comunità energetiche.

10) Attivare entro maggio 2022 una strategia per efficienza e innovazione nei cicli produttivi e la mobilità sostenibile.

Per info : www.wwf.itwww.legambiente.itwww.greenpeace.org