L’obiettivo dichiarato della nuova Fondazione “Venezia Capitale Mondiale della sostenibilità” è quella di diventare simbolo di una transizione ecologica, digitale e inclusiva, facendo della città lagunare un laboratorio vivente sulla sostenibilità.Un vero libro dei sogni che promette 5mila nuove abitazioni per invertire il calo dei residenti e per dare alla città 10/12 mila nuovi abitanti.Inoltre, 15mila nuovi posti di lavoro nel settore dell’economia verde, dall’idrogeno all’artigianato, alla bio-agricoltura con a disposizione dai 2 ai 4,5 miliardi di euro per tutte queste realizzazioni.Al G20 si è detto che nel mondo ci sono 7 trilioni di dollari di fondi privati che cercano dove investire nel campo dell’economia green.”Perché’ non provare con Venezia” conosciuta in tutto il mondo ?Fra i primi sostenitori : l’Università di Ca’ Foscari, l’Università IUAV, il Comune, la Regione, le Assicurazioni Generali, la Confindustria Veneto, l’ Energy Evolution Eni, la Fondazione Cini, Snam, Boston Consulting Group.Tutti rappresentati ai massimi vertici, un vero Gotha, con la presenza anche di Ministri che hanno sottolineato che si deve coniugare salvaguardia e rivitalizzazione, guardando al futuro, alla transizione green e digitale e a un abbattimento di C02, attraverso il consumo di energia pulita nei processi industriali.Adesso, aspettiamo FIDUCIOSI, che questA GRANDE SCOMMESSA diventi realtà per il bene di tutti, coinvolgendo le forze migliori nel campo della ricerca dello studio e attivando una grande PARTECIPAZIONE popolare.Altrimenti, rischierà di restare solo la solita mera elencazione di obiettivi ad effetto per stupire, ma in gran parte restati irrealizzati.Purtroppo, la nostra Regione, conta molti record negativi in campo ambientale, come l’esagerato consumo di suolo, la triste presenza dello smog nelle nostre città, la difficile mobilità e viabilità, ecc.Speriamo si giri pagina, perchè cambiare è spesso segno di saggezza !POST SCRIPTUM :Vi ricordiamo che con molta umiltà , L”ASSOCIAZIONE ABITARE LA TERRA già nell’anno 2012 aveva proposto un documento articolato dal titolo : “VENEZIA PUÒ’ DIVENTARE UNA DELLE CITTA’ PIU’ VERDI DELL’UNIONE EUROPEA ? “Un percorso partecipato che partiva dal BASSO per rendere di pubblica utilità questi temi tanto importanti per la salvezza di “Madre Terra”; documento che nel Maggio 2019 abbiamo aggiornato, allargato e ripreso.(Per chi lo volesse leggere, vi rimandiamo al nostro sito : https://www.abitarelaterra.com/attivita/ ).