Browsed by
Mese: novembre 2016

IL PORTALE DEL SOLE E I LAMPIONCINI SOLARI

IL PORTALE DEL SOLE E I LAMPIONCINI SOLARI

Il portale del Sole ha prodotto degli animaletti molto carini, ad energia solare, per decorare il giardino o il balcone in modo divertente e originale.
Già di grande impatto di giorno, di notte stupiranno tutti con elaborati giochi di luce.
Costruiti in metallo resistente agli eventi atmosferici, non devono essere spostati in caso di pioggia.
Non necessitano di nessun collegamento elettrico, basta posizionarli al sole e faranno tutto in completa autonomia.
Nessun impatto né sulla bolletta, né sull’ambiente, di giorno il sole ricarica le batterie interne al lampioncino, grazie al pannellino solare, di notte la luce si accende e crea bellissimi giochi di luce e ombre grazie al corpo intarsiato.
Si può scegliere tra la famiglia Soleluce (pavone, elefante, airone, cervo) tra i Cuccioli solari (gattini, gufetti, pinguini, cagnolini.)
Gattino SoleLuce
ECOBNB

ECOBNB

Ecobnb è la community dedicata al Turismo Sostenibile in Europa, per viaggiare in armonia con la natura.
In Ecobnb si trova ogni tipo di alloggio eco-sostenibile, dall’agriturismo biologico alla casa sull’albero, dall’hotel eco-friendly al rifugio a zero emissioni, dall’albergo diffuso, all’igloo tra i ghiacci.
Clicca sull’immagine per vedere il video:
Ecobnb
TESLA PROPONE SOLAR ROOF IL TETTO SOLARE DI CASA

TESLA PROPONE SOLAR ROOF IL TETTO SOLARE DI CASA

Tesla propone il tetto solare, formato da tegole, realizzate in vetro, che celano al loro interno i pannelli solari.
Solar Roof  consente alle abitazioni l’indipendenza energetica.
Il tetto solare, affiancato alle batterie Powerall 2, la seconda generazione di accumulatori per la casa, consentirà alle abitazioni di raggiungere  l’indipendenza energetica.
L’azienda delle auto elettriche, vuole espandere l’uso dei pannelli solari, oggi  non sempre compatibili con tutti i tetti.
Per ovviare a questo ostacolo, Tesla propone questo  tetto solare, formato da tegole, disponibili in quattro modelli (compresa la terracotta toscana).
Ogni tegola è costruita in vetro temperato ad alta resistenza ed è in grado di resistere ad ogni condizione meteo e può sciogliere anche la neve, almeno in minima quantità.
Le prime tegole saranno disponibili in California per l’estate 2017.
Risultati immagini per tesla solar roof
COME ARRIVA L’ITALIA ALLA CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA

COME ARRIVA L’ITALIA ALLA CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA

L’Italia ha ratificato, anche se in ritardo, l’accordo sul clima, impegnandosi ad attuare concretamente gli impegni presi, per contenere il riscaldamento globale entro una soglia di 2 gradi rispetto ai limiti pre-industriali, ma senza darsi limiti per un ulteriore abbassamento pari a un grado e mezzo.

L’Italia arriva a Marrakech con una dote importante di cose fatte, come dimostra l’ultimo rapporto Greenitaly, che stimando la sintesi delle
quattro dimensioni dell’eco-efficienza (energia, materia, emissioni atmosferiche, rifiuti rapportati al valore della produzione) permette di avere
una misura complessiva del grado di efficienza ambientale dei sistemi produttivi e colloca il nostro Paese in seconda posizione, dietro al
Lussemburgo.
Risultati immagini per Conferenza Mondiale sul Clima.(COP 22)
Questo grazie, anche grazie ai green job, ossia i lavori che hanno prevalentemente competenza “verde” (il 13,2%  dell’occupazione complessiva
nazionale ), e il cui contributo al Pil  del Paese è stimato per il 2015 a 190,5 miliardi di euro.
CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA

CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA

Si svolge dal 7 al 18 novembre a Marrakech in  Marocco, la 22 esima Conferenza Mondiale sul Clima.(COP22)
La scorsa Conferenza la COP21 svoltasi a Parigi l’anno scorso, fu quella in cui il mondo si impegnò a limitare entro i due gradi centigradi il surriscaldamento climatico.
Risultati immagini per Conferenza Mondiale sul Clima.(COP 22)
Un impegno sottoscritto da oltre 170 Paesi, che rappresentano  quasi il 95% delle emissioni nel pianeta, entrata in vigore dal 4 novembre 2016.
Ora, in Marocco, si tratta di mettere nero su bianco le modalità, cioe’ definire una strategia in accordo  tra governi e società civile.
Si dovrà decidere come mantenere le promesse fatte, sia a scala mondiale, che a livello europeo, e sarà una strada tortuosa perché gli obiettivi sono alti.
L’Organizzazione mondiale Metereologica ha diffuso, intanto, un dato allarmante che nel 2015 per la prima volta l’anidride carbonica nella nostra atmosfera si è mantenuta stabilmente sopra le 400 parti per milione, continuando quindi a crescere.
Poiché  questa quantità nell’atmosfera è collegata all’aumento della temperatura, il dato non è rassicurante.
ARIA PULITA IN CASA

ARIA PULITA IN CASA

Elica, la società che produce cappe, nata a Fabriano nel 1970, ha presentato un sistema innovativo per monitorare e migliorare l’aria che respiriamo in casa.
Si perchè l’aria di casa è spesso più inquinata di quella esterna, infatti,ogni attività che vi svolgiamo, produce delle conseguenze sulla sua qualità.
Ecco dunque ELICASNAP il prodotto che grazie alla presenza di tre sensori che agiscono su qualità, temperatura e umidità e un sofisticato algoritmo, effettua un controllo costante dell’aria e interviene attivamente per l’eliminazione di agenti inquinanti azzerando anche gli odori.
In appena trenta minuti è in grado di ridurre la concentrazione degli agenti inquinanti, di odori e vapori in eccesso.
Snap
IL PROGETTO MONICA DELL’ENEA

IL PROGETTO MONICA DELL’ENEA

Il progetto MONICA (MONItoraggio intelligente e Cooperativo dell’Aria) dell’Enea che nasce per tenere sotto controllo la qualità dell’aria, è stato presentato a  Ecomondo la fiera più rappresentativa delle green technologies.
E’ un piccolo naso elettronico per il monitoraggio personale della qualità dell’aria, che può essere montato su uno zaino o collegato al manubrio della bicicletta.Per utilizzarlo basta scaricare un’applicazione sullo smartphone.
http://www.enea.it/it/Stampa/comunicati/ambiente-arriva-il-misura-smog-portatile-per-bici-e-passeggini-realizzato-da-enea
Testa Ecomondo
IL PRIMO PELLET AL CAFFE’ ITALIANO

IL PRIMO PELLET AL CAFFE’ ITALIANO

Oltrecafe’ è il primo pellet italiano al caffè che nasce dal riciclo intelligente e garantisce un prodotto al 100%  ecologico e di qualità.
Avete capito benissimo  scaldarsi con i fondi di caffè.
Si tratta di pellet per caldaie a biomassa, prodotto da una startup innovativa di Modena che si chiama appunto “Oltrecafè”.
Francesca Lovato, ingegnere amb
ientale e giovane imprenditrice ecologica, ha trovato la sintesi: dare una seconda vita al caffè, usarne i fondi per fare pellet economico ed ecologico.
Si rivolge a privati, esercizi commerciali e pubbliche amministrazioni desiderosi di smaltire in modo intelligente i propri fondi di caffè.
Parliamo di una produzione di 180 milioni di chilogrammi all’anno di fondi.
Se pensiamo che quasi 3 milioni di tonnellate del  pellet  usato in Italia, arriva dall’estero, importato dall’Europa dell’est, Canada, America, comprendiamo le possibilità che si creano per questo nuovo
mercato.
IL PERCORSO KNEIPP

IL PERCORSO KNEIPP

PRENDE IL NOME DALL’ABATE TEDESCO SEBASTIAN KNEIPP CHE, ORMAI QUASI DUECENTO ANNI FA, IDEO’ QUESTO METODO.
KNEIPP DOPO ESSERSI AMMALATO DI TBC, SCOPRI’ LE VIRTU’ GUARITRICI DELL’ACQUA FRESCA LEGGENDO UN LIBRO DI JOHANN SIEGMUND HAHN ” Lezioni sulla forza guaritrice del’acqua fresca”.
DECISE QUINDI DI SPERIMENTARE SU SE’ STESSO  I SUOI CONSIGLI E COMINCIO’ AD IMMERGERSI OGNI GIORNO NELLE ACQUE FRESCHE DEL DANUBIO.
LO FACEVA PER  POCHI ISTANTI, SI RIVESTIVA E CORREVA SUBITO A CASA PER CONTRASTARE IL RAFFREDDAMENTO.
NEL GIRO DI SEI MESI, I QUOTIDIANI BAGNI FREDDI NEL FIUME LO GUARIRONO.
SPERIMENTO’, IN SEGUITO, L’ALTERNARE DEL CONTATTO DEL CORPO CON ACQUA FREDDA, TIEPIDA E CALDA E ACCERTO’ BENEFICI ALLA CIRCOLAZIONE SANGUIGNA.
OGGI IL PERCORSO KNEIPP  SI PRATICA PASSANDO ATTRAVERSO VASCHE CHE EROGANO ACQUA A TEMPERATURE DIVERSE.
SUL FONDO SONO COLLOCATI DEI SASSI DI FIUME PER UN NATURALE MASSAGGIO PLANTARE E DEGLI SPECIALI UGELLI EROGANO L’ACQUA AD UNA PRESSIONE CHE AIUTA L’OSSIGENAZIONE DEGLI ARTI INFERIORI.
VENGONO IMMERSE SOLO LE GAMBE FINO AL POLPACCIO, IL RISULTATO FINALE E’ IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE.
A VILLABASSA IN ALTO ADIGE E’ PRESENTE IL PRIMO VILLAGGIO KNEIPP IMMERSO IN UNO SPLENDIDO PARCO.
(www.altapusteria.info/it/villabassa/attivita-sport/estate/percorso-kneip.html)

Risultati immagini per percorso kneipp

IL PARCO CINQUE SENSI A PIEDI SCALZI

IL PARCO CINQUE SENSI A PIEDI SCALZI

E’ SITUATO A 800 METRI, NEL CUORE DEL PARCO DEI MONTI CIMINI, A POCHI CHILOMETRI DA VITERBO.
STRADA ROMANA (BAGNAIA-VITERBO) S.P. 57 KM. 4 – SORIANO NEL CIMINO

IL PERCORSO DEL PARCO CINQUE SENSI, FA VIVERE AL VISITATORE UN’INDIMENTICABILE ESPERIENZA.
IL SENTIERO, INTERVALLATO DA VASCHE UMIDE O ASCIUTTE E TANTE ALTRE SORPRESE, SI SNODA IN UN CONTESTO TIPICAMENTE MEDITERRANEO,TRA ALBERI DI CILIEGI, DI ULIVI, E ALCUNE RARE PIANTE ANTICHE,
COSTEGGIANDO UN GRANDE VIGNETO BIOLOGICO.
IL PERCORSO DEL PARCO E’ ADATTO A TUTTI,ED E’ STATO IDEATO CON IL PENSIERO RIVOLTO AI DIVERSAMENTE ABILI.
CAMMINARE A PIEDI NUDI E’ IL MODO PIU’ SANO DI CAMMINARE, UTILE TRA L’ALTRO NELLA PREVENZIONE DEI RAFFREDDORI E NEL MIGLIORAMENTO  DELLA CIRCOLAZIONE, UN VERO TOCCASANA PER IL CORPO E L’ANIMA.
(www.parcocinquesensi.it)

Parco Cinque Sensi